Chiama il 340.893.0307

Parco della Maiella

Un Parco tutto di montagna, la Montagna Madre d'Abruzzo nella parte piu' impervia e selvaggia dell'Appennino Centrale, la Montagna "Sacra", perche' pervasa da una sacralita' monumentale. Un posto così speciale che vale la pena, fermarsi a scoprirlo, assaporarlo, viverlo!
Cascata
Fiori e vallata
Paesaggio
Paesaggio
Paesaggio
Paesaggio
Neve sulla Maiella
Tratturo di montagna
Altopiano
Crinale innevato
Canalone
Laghetto

Il Parco Nazionale della Maiella

I Comuni abbracciati dal Parco Nazionale della Maiella sono numerosi, le Comunita' Montane posso citarle senza annoiare: Peligna, Alto Sangro e Altopiano delle Cinquemiglia, Maiella e Morrone, Majelletta, Aventino-Medio Sangro, Medio-Sangro. Proprio nei boschi silenziosi del Parco Nazionale della Maiella si sono rifugiati anche gli eremiti alla ricerca di serenita' e di vita naturale e selvaggia, segnata da una condizione di vera solitudine, in cui dedicarsi alla preghiera. Se ne vedono gli eremi, fatti di nuda pietra e di immateriale spiritualita'.

Nel Parco Nazionale della Maiella c'e' ampia scelta anche per i sentieri visti gli oltre 700 Km a disposizione. Si spazia dai percorsi di un'ora poco piu' ad altri che ci impegnano anche una intera giornata. E poi ci sono tre grandi trekking della durata di piu' giorni, cinque sentieri ad anello dedicati alle capanne in pietra a secco e trenta semplici itinerari che suggerisco alle famiglie o ai gitanti cittadini, montanari per 5 giorni all'anno o poco piu'. Non strafate, godetevela senza esagerare negli sforzi anomali.

Una chicca del Parco Nazionale della Maiella per i camminatori sono i tracciati che raggiungono le alte quote della Maiella: sono itinerari lunghi e lontani da centri abitati, non adatti a tutti ma sicuramente affascinanti. Una esperienza indimenticabile ma a cui bisogna essere preparati, fisicamente e psicologicamente.

Se si hanno a disposizione piu' giorni, meglio optare per uno dei tre grandi circuiti di trekking che esplorano il Parco Nazionale della Maiella: il sentiero del Parco, il sentiero dello Spirito e il sentiero della Liberta'. In aggiunta c'e' un itinerario dedicato alle capanne in pietra a secco.

I Comuni abbracciati dal Parco Nazionale della Maiella sono numerosi, le Comunita' Montane posso citarle senza annoiare: Peligna, Alto Sangro e Altopiano delle Cinquemiglia, Maiella e Morrone, Majelletta, Aventino-Medio Sangro, Medio-Sangro. Proprio nei boschi silenziosi del Parco Nazionale della Maiella si sono rifugiati anche gli eremiti alla ricerca di serenita' e di vita naturale e selvaggia, segnata da una condizione di vera solitudine, in cui dedicarsi alla preghiera. Se ne vedono gli eremi, fatti di nuda pietra e di immateriale spiritualita'.

Nel Parco Nazionale della Maiella c'e' ampia scelta anche per i sentieri visti gli oltre 700 Km a disposizione. Si spazia dai percorsi di un'ora poco piu' ad altri che ci impegnano anche una intera giornata. E poi ci sono tre grandi trekking della durata di piu' giorni, cinque sentieri ad anello dedicati alle capanne in pietra a secco e trenta semplici itinerari che suggerisco alle famiglie o ai gitanti cittadini, montanari per 5 giorni all'anno o poco piu'. Non strafate, godetevela senza esagerare negli sforzi anomali.

Una chicca del Parco Nazionale della Maiella per i camminatori sono i tracciati che raggiungono le alte quote della Maiella: sono itinerari lunghi e lontani da centri abitati, non adatti a tutti ma sicuramente affascinanti. Una esperienza indimenticabile ma a cui bisogna essere preparati, fisicamente e psicologicamente.

Se si hanno a disposizione piu' giorni, meglio optare per uno dei tre grandi circuiti di trekking che esplorano il Parco Nazionale della Maiella: il sentiero del Parco, il sentiero dello Spirito e il sentiero della Liberta'. In aggiunta c'e' un itinerario dedicato alle capanne in pietra a secco.